Giuseppe Santoro
Giuseppe Santoro
STORIA

L'azienda nasce, agli inizi degli anni Sessanta, grazie ad un'intuizione del suo fondatore, collocandosi nel settore dei servizi e dei trasporti marittimi portuali nel porto di Genova.

L’attività iniziale fu quella di garantire un supporto logistico ai cantieri navali con il trasporto di merci, materiali e attrezzature eseguito con l’ausilio di motobarche.

Ben presto l’attività venne ampliata con il servizio di noleggio di chiatte, pontoni, terrazze (chiatte dotate di ponteggi per la manutenzione esterna delle navi) ed altri natanti e imbarcazioni, tali da soddisfare la domanda del settore; successivamente il servizio si estese al trasporto di provviste, dotazioni di bordo e prodotti vari e al bunkeraggio di lubrificanti.
Negli anni Settanta, l’impresa ampliò la flotta con l’acquisto di natanti in grado di effettuare anche i trasporti in Rada e al Porto Petroli di Genova-Multedo.

A partire dagli anni Ottanta l’azienda si espande ancora con l’introduzione di ulteriori servizi: noleggio di mezzi terrestri di sollevamento e forniture varie energia elettrica, aria compressa, pompaggio di prodotti lubrificanti e chimici.

Con l’attuazione, da parte del governo del nostro Paese, delle Direttive Comunitarie e degli Accordi Internazionali (MARPOL: Annesso II e III Convenzione internazionale marittima per la prevenzione degli inquinamenti marini causati da idrocarburi, Annesso V prevenzione degli inquinamenti marini da rifiuti), si introdussero nel settore ambientale, e in particolare in quello dei rifiuti, una quantità di norme e leggi che incentivarono la società allo sviluppo di una propria organizzazione nel settore ecologico, che potesse soddisfare le richieste del mercato garantendo e assicurando l’esecuzione di attività quali: il trasporto prodotti petroliferi, il servizio di ritiro e smaltimento dei residui di sentina delle navi e delle operazioni di pulizia delle cisterne, nonché la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti di bordo, conformemente alle norme di legge.

Da allora a oggi la volontà e lo spirito che anima la Giuseppe Santoro è sempre quello di soddisfare la domanda del mercato portuale in funzione di una corretta gestione ambientale.

 
CERCA

GALLERY